Studio «Digital Seniors»

Che uso fanno di Internet le persone anziane? Lo studio «Digital Seniors», svolto per conto di Pro Senectute dal 2010, mostra come gli over 65 usano le tecnologie informatiche e di telecomunicazione in Svizzera. I tre studi svolti nell’arco degli ultimi dieci anni illustrano in maniera straordinaria il cambiamento nelle abitudini digitali delle persone anziane e indicano interessanti trend.
Béatrice Fink, Mitglied der Geschäftsleitung Pro Senectute Schweiz

La tendenza si consolida: sempre più anziani scoprono le possibilità degli strumenti digitali e apprezzano il mondo virtuale. Cresce la curiosità per le nuove offerte digitali e le app.

Gli anziani e Internet: il divario digitale si apre più tardi

Le offerte digitali sono molto apprezzate dalla generazione degli ultrasessantacinquenni: il 74 per cento di essi oggi sa come addentrarsi nella giungla del mondo virtuale. Nell’utilizzo delle tecnologie di telecomunicazione, i giovani anziani arrivano addirittura a tenere il passo con chi ha molte primavere in meno sulle spalle. Le cose cambiano con le persone più avanti negli anni. Il divario digitale si sta spostando e si apre in una fascia d’età più alta, posizionandosi verso gli ottantenni. È quanto emerge dallo studio «Digital Seniors 2020» di Pro Senectute Svizzera. La quota di «anziani digitalizzati» è quasi raddoppiata dal 2010, due terzi degli over 65 possiedono un tablet o uno smartphone. L’uso di Internet in mobilità è più che duplicato dal 2015. I senior offline, oggi, sono in netta minoranza e per la maggior parte hanno più di 80 anni. La generazione degli ultrasessantacinquenni mostra chiaramente di gradire il mondo digitale.

Per la prima volta lo studio ha preso in esame anche l’utilizzo dei servizi digitali e delle applicazioni di eHealth.

È emerso che grazie a Internet gli anziani online si sentono più autonomi e indipendenti di quelli offline e apprezzano i vantaggi dei servizi offerti attraverso la Rete. Gli anziani offline mostrano un interesse crescente verso questa realtà, ma sono scoraggiati dagli ostacoli tecnici e desiderano maggiore supporto per l’apprendimento e l’utilizzo delle applicazioni.

Altri risultati dello studio «Digital Seniors»:

  • Oggi è online il 95% delle persone di età compresa fra i 65 e i 69 anni. Per i giovani senior, Internet fa ormai parte della vita quotidiana.
  • Nel 2020, il 69 per cento degli anziani intervistati ha dichiarato di utilizzare uno smartphone; di questi, l’81 per cento ne fa uso quotidianamente.
  • Cresce la curiosità per le nuove offerte digitali e le app: se cinque anni fa l’interesse degli anziani era rivolto principalmente alle e-mail e agli orari online dei mezzi di trasporto, oggi aumenta l’attenzione verso le app per la messaggistica istantanea e la salute così come verso i braccialetti fitness.
  • Le funzionalità di pagamento senza contatto e di self-service ampliano costantemente l’esperienza dello shopping, che avviene in buona parte ancora nei negozi.

Scaricate qui gratuitamente lo studio completo «Digital Seniors 2020» (francese):

Scaricare lo studio

«Digital Seniors 2020»

Lo studio «Digital Seniors 2020» è stato condotto dal Centro di gerontologia dell’Università di Zurigo su incarico di Pro Senectute Svizzera. Dopo le indagini del 2010 e del 2015, si è tornati ad analizzare l’approccio degli ultrasessantacinquenni alle tecnologie di comunicazione digitale attraverso un’indagine rappresentativa svolta via posta e telefono sull’intero territorio svizzero, che ha coinvolto 1149 persone over 65. Sono stati esaminati anche le modalità di fruizione dei media nella vita di tutti i giorni e l’atteggiamento generale nei confronti dei servizi digitali. I dati sono stati raccolti ad agosto e settembre 2019.