Archivio prese di posizione


Consultazioni

Consultazione sulla modifica dell’ordinanza del DFI inerente al contributo per la prevenzione generale delle malattie

Occorre intensificare la lotta contro le malattie psichiche e promuovere maggiormente la salute delle persone anziane. Promozione Salute Svizzera ha quindi richiesto di aumentare il supplemento di premio delle casse malati, al fine di ridurre l’onere che le malattie croniche non trasmissibili rappresentano per il sistema sanitario.

Pro Senectute si impegna per la prevenzione e la promozione della salute nell’anzianità; due tematiche di sempre maggiore rilevanza: in questi campi essa è attiva già da molti anni e grazie ai suoi servizi, come l’offerta di corsi sulla prevenzione delle cadute, riesce a raggiungere un grande numero di persone anziane.

Pro Senectute Svizzera accoglie con favore la proposta del Dipartimento federale dell’interno, interpretandola come un chiaro segnale di impegno per la promozione della salute nell’anzianità nonché di appoggio al coordinamento e alla cooperazione tra le organizzazioni sul piano nazionale, in linea con la strategia «Sanità 2020».

Consultazione norma 387/4 della Società svizzera ingeneri e architetti

Con la nuova norma 387/4, la Società svizzera degli ingeneri e degli architetti (SIA) pone le basi per un utilizzo sostenibile dell’elettricità. Pro Senectute accoglie con favore l’idea, ma vorrebbe che fossero tenute maggiormente in considerazione le esigenze delle persone anziane. Poiché invecchiando la capacità visiva diminuisce, una cattiva illuminazione influisce in modo ancora più marcato sulla qualità della vita degli anziani.

Pro Senectute chiede quindi di correggere tale norma in modo tale da non penalizzare le persone anziane.

Consultazione in merito alla revisione parziale della legge federale sulle prestazioni complementari all’assicurazione per la vecchiaia, i superstiti e l’invalidità

Pro Senectute ha partecipato alla consultazione e approva il progetto in quanto il Consiglio federale si impegna affinché il livello delle prestazioni rimanga invariato e accoglie una precedente istanza di Pro Senectute, ossia la limitazione del prelievo di capitale dal 2° pilastro.

Consultazione sulla Strategia nazionale sulla prevenzione delle malattie non trasmissibili

In Svizzera, quattro malattie non trasmissibili – malattie cardiovascolari, cancro, malattie degli organi respiratori e diabete – causano il 75% delle morti (uomini: 74,6%; donne: 75,9%). Il Consiglio federale intende pertanto intensificare la promozione della salute e la prevenzione delle malattie mediante una Strategia nazionale Prevenzione delle malattie non trasmissibili. La popolazione deve essere incentivata a condurre uno stile di vita più sano.

Consultazione relativa alla panoramica per la promozione dello sport da parte della Confederazione

In qualità di maggiore organizzazione partner dell’UFSPO nell’ambito dello sport per gli adulti, prendiamo posizione esclusivamente in merito al «Piano programmatico della Confederazione per lo sport popolare». Accogliamo il piano nei suoi concetti chiave e lo riteniamo di portata decisamente estesa. Tuttavia presenta alcuni aspetti che andrebbero ulteriormente approfonditi.

Adeguamento degli importi massimi riconosciuti per le spese di pigione: Pro Senectute fa appello al Consiglio nazionale – a non rimandare al Consiglio federale il suddetto disegno di modifica!

La Commissione della sicurezza sociale e della sanità (CSSS-N) ha deciso in data 26 giugno 2015 di respingere al Consiglio federale il disegno di modifica relativo al nuovo calcolo degli importi massimi riconosciuti per le spese di pigione nell’ambito delle prestazioni complementari. Ciò significherebbe posticipare nuovamente per molti anni la soluzione di tale urgente problema. E tutto ciò a sfavore e a carico delle persone pensionate più bisognose.

Pro Senectute Svizzera lancia un appello ai membri del Consiglio nazionale per mezzo di una missiva indirizzata ai rispettivi presidenti dei gruppi parlamentari, affinché nella sessione d’autunno 2015, la richiesta della loro Commissione concernente la bocciatura del suddetto disegno venga respinta. Gli adeguamenti degli importi per le spese di pigione vanno eseguiti prima possibile!

Strategia nazionale dipendenze 2017-2024 – Indagine conoscitiva presso le cerchie interessate

Pro Senectute Svizzera ha colto l’occasione offerta dall’invito del consigliere federale Alain Berset a partecipare a un’indagine conoscitiva pubblica e ha esaminato la Strategia nazionale dipendenze 2017-2024 nell’ottica dei bisogni delle persone anziane e delle tematiche dell’azione gerontologica.  

L’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP/BAG) elabora in collaborazione con i suoi partner la Strategia nazionale dipendenze 2017-2024. La Strategia intende allontanarsi dalle politiche settoriali attuali e considerare mediante un approccio globale tutte le forme di dipendenza. L’obiettivo è di prevenire la dipendenza allo scopo di ridurre i danni alla salute correlati, di fornire alle persone interessate l’aiuto e le cure necessari e di evitare ripercussioni negative per la società.  

I riscontri di Pro Senectute all’indirizzo del gruppo di esperti dell’UFSP/BAG in merito al sostegno generale alla Strategia, all’indirizzo dei suoi contenuti, al suo significato per gli attori coinvolti e alle possibili lacune sono contenuti nel documento qui allegato. Pure allegato è il testo della Strategia nazionale dipendenze 2017-2024.

La Strategia nazionale dipendenze sarà presentata al Consiglio federale entro l’autunno. In un prossimo passo, assieme ai principali partner sarà elaborato un piano delle misure.

Per informazioni approfondite si consulti il seguente rimando:
https://www.news.admin.ch/message/index.html?lang=it&msg-id=57224

Risposta di Pro Senectute riguardo al progetto di modifica del diritto di locazione nel Codice delle obbligazioni

La Fondazione Pro Senectute Svizzera ringrazia il Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR) per l’invito a partecipare alla procedura di consultazione sulla modifica del diritto di locazione nel Codice delle obbligazioni. Il Consiglio di fondazione di Pro Senectute Svizzera ha deliberato la presente presa di posizione dopo aver consultato le organizzazioni cantonali e intercantonali di Pro Senectute.

Risposta alla procedura di consultazione sulla modifica nella LPC riguardo agli importi massimi computabili per la pigione

Pro Senectute, la maggiore organizzazione professionale e di servizi attiva a favore delle persone anziane in Svizzera, prende posizione sulla modifica della Legge federale sulle prestazioni complementari all’AVS/AI (LPC) riguardo agli importi massimi computabili per la pigione. Il Consiglio federale ha dato il via alla procedura di consultazione il 12 febbraio 2014.

Risposta alla consultazione sulla riforma della previdenza per la vecchiaia

Essendo la maggiore organizzazione professionale e di servizi attiva a favore delle persone anziane in Svizzera, Pro Senectute desidera prendere posizione in merito alla riforma della previdenza per la vecchiaia posta in consultazione dal Consiglio federale il 20 novembre 2013.

Posizioni

Mobilità nell’anzianità: la posizione di Pro Senectute

Che si tratti di spostarsi in auto, in bici, con i mezzi pubblici o a piedi, poco importa: chi perde la propria mobilità, tende maggiormente ad aver bisogno degli altri o addirittura a dipenderne totalmente, rischiando l’isolamento sociale. Poiché oggigiorno la maggior parte dei senior desidera trascorrere la vecchiaia nella propria abitazione, la conservazione della mobilità rappresenta per Pro Senectute una questione di primaria importanza.

In qualità di organizzazione al servizio degli anziani, riteniamo che la questione del come garantire in futuro la mobilità degli anziani e dei grandi anziani abbia finora trovato risposte solo marginali. Per quanto concerne la tematica degli anziani al volante occorre conciliare meglio il bisogno di mobilità e autonomia di queste persone con l’esigenza di sicurezza del traffico della società.

Presa di posizione di Pro Senectute sul tema dell'assistenza al suicidio nell'anzianità

Pro Senectute Svizzera ha elaborato un documento sul suo atteggiamento in merito al morire «bene e in modo dignitoso». La Fondazione vi puntualizza la sua posizione nei confronti del suicidio delle persone anziane. Pro Senectute si impegna per un «invecchiamento di qualità». In quest’ordine di idee rientra anche la questione delle condizioni-quadro indispensabili per «morire bene». Nel documento sulla posizione di Pro Senectute, la Fondazione riconosce alle persone che desiderano suicidarsi il diritto di farlo e anche di mettere fine alla propria vita ricorrendo all’aiuto di terzi. Pro Senectute si impegna inoltre a favore degli sforzi di prevenzione del suicidio nell’anzianità e per la realizzazione di misure atte a mitigare le sofferenze dei morenti, per esempio affinché si riconosca in tempo utile la depressione della persona anziana o siano allocati mezzi adeguati per le cure palliative. Il dibattito sul suicidio e sull’aiuto organizzato al suicidio sono espressione tangibile d’un mutamento della società. Il pensare in termini utilitaristici non si arresta neppure di fronte alla morte. Per Pro Senectute sia una buona morte al momento giusto – forse anche per decisione propria – come pure cure dignitose alle persone che si stanno lentamente spegnendo devono avere un loro posto nella società.